TORINO INCONTRA BERLINO – PROGRAMMA DI GENNAIO, FEBBRAIO E MARZO 2015

Com’è avvenuto nel 2013 con Torino incontra la Francia, tutto il 2015 sarà caratterizzato da un nuovo viaggio, quello di Torino incontra BERLINO.

Il prossimo anno, dunque, l’offerta culturale torinese per l’EXPO sarà impreziosita dalla ricca agenda di iniziative ed eventi promossi all’interno del programma Torino incontra BERLINO, un viaggio che porterà alla conoscenza dell’arte e della cultura di due popoli che non temono di impegnarsi in percorsi nuovi e, in forza di questo, possono conoscersi meglio condividendo la ricchezza delle affinità e la bellezza delle loro differenze.

Le due metropoli, pur venendo da percorsi differenti, sono da sempre accomunate da una cifra identitaria molto simile. Nel corso della storia, infatti, hanno dimostrato di saper fronteggiare le difficoltà rispondendo con convinzione all’insegna del dinamismo e della trasformazione. Il programma, che verrà presentato ogni tre mesi a partire da gennaio 2015, avrà in calendario tantissime proposte, alcune già studiate e altrettante in progettazione.

Seppur facendo le debite proporzioni, possiamo dire che la ricetta messa in campo da Berlino nella fase di ricostruzione post bellica è molto simile a quella scelta da Torino per affrontare la crisi industriale. In entrambi i casi la riqualificazione urbana è stata accompagnata e guidata da una rigenerazione culturale del territorio. Due contesti metropolitani differenti per vicissitudini e per dimensioni che hanno scelto di confrontarsi con i problemi cambiando pelle, facendosi palestre di futuro.

La rassegna Torino incontra Berlino è organizzata in collaborazione con le numerose realtà culturali della città che hanno creato eventi culturali, momenti dedicati alla musica, al cinema, all’arte, allospettacolo dal vivo, alla scienza, alla filosofia, alla lingua e alla letteratura con convegni mirati, approfondimenti e dibattiti.

Perché Berlino? Può sembrare una scelta vanagloriosa accostare Torino a Berlino, perché la capitale tedesca è considerata una grandissima metropoli, capitale politco-economica di una nazione particolarmente importante. Ma, per una città come la nostra, in continua trasformazione, sempre protesa alla ricerca di una sua vocazione, di una progettualità verso il futuro, Berlino è le metropoli più simile perché ha sentito – con la stessa intensità che avverte oggi Torino – la necessità e il bisogno di cambiare da molti punti di vista, come l’architettonico e il culturale e, come sta facendo Torino, ha creduto nella cultura quale elemento fondamentale per la trasformazione.

Suddivisi in sezioni, gli appuntamenti – iniziati con un’importante anteprima al Teatro Regio domenica 9 novembre 2014, anniversario dei 25 anni della caduta del muro di Berlino – si trovano nell’opuscolo promozionale distribuito in tutti i punti informativi della città ed è visibile online su www.torinoincontraberlino.it

PROGRAMMA GENNAIO-FEBBRAIO-MARZO

Il progetto ‘Torino incontra Berlino si declina in 4 trimestri

L’apertura di gennaio-febbraio-marzo è affidata all’ARTE

con PIETRE D’INCIAMPO TORINO (STOLPERSTEINE)IL 10 E L’11 GENNAIO 2015 al Museo Diffuso della Resistenza (corso Valdocco 4/a).

Si tratta di un monumento diffuso e partecipato ideato e realizzato dall’artista tedesco Gunter Demnig per ricordare le singole vittime della deportazione nazista e fascista. Oltre 40mila pietre sono state poste in mille e cento località di 16 paesi europei, richieste da singoli cittadini, associazioni o istituzioni. Anche a Torino sarà effettuata la posa di 27 pietre d’inciampo alla memoria dei deportati scomparsi nei campi di concentramento e di sterminio. L’iniziativa è sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e promossa dal Museo Diffuso, dalla Comunità Ebraica di Torino, dal Goethe-Institut Turin e dall’Associazione Nazionale Ex Deportati (Aned) www.museodiffusotorino.it/PietredInciampoTorino

Alcune mostre aperte nel 2014 saranno visibili anche nei primi mesi del 2015: la personale di SVEN MARQUARDT a Palazzo Saluzzo Paesana e nelle Cripte dell’ex Cimitero di San Pietro in Vincoli (fino al 12 gennaio), The Visitors (Die Besucher) di Petra Ellert alla Piancoteca Albertina (fino al 25 gennaio), ISA GENZKEN Basic Research Paintings, 1989-1991 e la personale di DAVID OSTROWSKI alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (fino al 1° febbraio). Due LUCI D’ARTISTA resteranno installate per tutto il 2015 in omaggio a Berlino e all’incontro tra la nostra cultura e quella tedesca. Si tratta di ‘My noon’ di Tobias Rehberger (Esslingen, 1966), un grande orologio luminoso che permette di scandire le ore non in sessantesimi, ma in formato binario, meccanismo concettualmente alla base dell’orologio digitale,allestito inpiazza Palazzo di Città e ‘Piccoli spiriti blu’ di Rebecca Horn (Michelstadt, 1944) al Monte dei Cappuccini. Il 12 febbraio ilGoethe-Institut Turin (piazza San Carlo, 206) ospiterà la conferenza ‘L’origine del bildakt/atto iconico. considerazioni sull’arte della preistoria’ di Horst Bredekamp uno dei maggiori storici dell’arte in Germania che racconterà la nascita e l’origine di uno dei fattori più influenti della cultura contemporanea: l’immagineSempre in piazza San Carlo 206, dal 17 marzo al 30 maggio si potrà ammirare lo “Strabiliante e esilarante mondo di NADIA BUDDE’ mostra dell’illustratrice berlinese, insignita di numerosi riconoscimenti, tradotta e pubblicata in diverse lingue.

Per la sezioneMUSICA,

all’Auditorium Giovanni Agnelli Lingotto il 27 gennaio la Mahler Chamber Orchestra si esibirà nelle nove sinfonie di Beethoven – I° concerto e il15 febbraio GewandhausorchesterLeipzig avrà inprogrammaConcerto per violino e orchestra in re maggiore op.35 di Cajkovskij e la Sinfonia n. 2 in mi minore op.27di Rachmaninov. Il 2 febbraio la Filarmonica Del Teatro Regio Torino eseguirà il Concerto per violino e orchestra in re maggiore op. 61 di Beethoven e la Sinfonia n.3 in la minore op. 56 Mendelssohn-Bartholdy. Alla Villa della Tesoriera il 19 febbraio sarà in programma il Recital del Pianista Martin Münch con il Concerto n. 2 per pianoforte e orchestra op. 100(versione solistica) di W. A. Mozart, il concerto n. 2 per pianoforte e orchestra op. 100 (versione solistica) Alexander Glasunow , l’Adagio in Si bemolle maggiore di Mozart, la Sonata n.1 per pianoforte op. 76 AlexanderGlasunow (a cura dell’Associazione Mozart Italia sede di Torino).

Nella parte dedicata alCINEMA,

il Museo Nazionale Del Cinemaha programmatocalendario di proiezioni che spaziano dai classici della storia del cinema al rockumentary alla cinematografia del nuovo millennio. Nell’ambito dell’appuntamento settimanale Magnifiche Visioni: Festival permanente del film restaurato, il 20 e il 21 gennaio al cinema Massimo si potrà assistere alla proiezione del capolavoroFitzcarraldodi Werner Herzog in copia 35mm ristampata dal Museo Nazionale del Cinema nel 2006. Sempre al Massimo, all’interno di Crossroads, il 20 e 21 febbraio sarà proiettato LouReed’s Berlin di Julian Schnabel rockumentary di Julian Schnabel che celebra Lou Reed e il suo straordinario album Berlin; dal 4 al 31 marzo si terrà “Così lontano, così vicino. Il ‘nuovo’ cinema tedesco di ieri e di oggi” una rassegna che mette a conronto il cinema tedesco della Junger Deutscher Film con quello degli ultimi dieci anni. In piazza San Carlo 206 si terrà il Film Forum al Goethe-Institut Turin: appuntamenti mensili con proiezioni in lingua originale e sottotitoli in italiano. Un programma di film su Berlino, raccontata nei suoi diversi luoghi e momenti storici, osservata da entrambi i lati del muro che l’hanno a lungo segnata e divisa fino al suo presente di città laboratorio e crocevia di culture.

Tra gli SPETTACOLI DAL VIVO,

al Teatro Astra il 19, 20, 21 e 22 febbraio andrà in scena ‘Woyzeck’ di Georg Büchner, opera incompiuta a causa della prematura scomparsa del drammaturgo tedesco. Woyzeck è, nonostante tutto, un grandissimo atto di amore verso l’umanità, che nasce dalla nostra capacità di comprendere e commuoverci anche dell’orrore più profondo, mentre dal 24 febbraio al 1° marzo si potrà assistere alla prima assoluta di ‘Prawie-Raj/Quasi Paradis’ per la regia Robert Talarczyk. La Casa del Teatro Ragazzi avrà invece due rappresentazioni: ‘Il cielo degli orsi’dall’opera di Dolf Verroen & Wolf Erlbruch dal 12 al 5 marzo e ‘L’anatra, la morte e il tulipano’, liberamente tratto da Ente, Tod und Tulpe di Wolf Erlbruch, il 28 e 29 marzo.

In agenda anche gli appuntamenti con la SCIENZA.

All’Accademia delle Scienze (via Maria Vittoria 3) si svolgerà un incontro al mese sui grandi nomi della cultura scientifica tedesca Soci dell’Accademia stessa: 29 gennaio, Alexander vonHumboldt, con Pietro Rossi e Massimo Livi Bacci; 19 febbraio, Carl Friedrich Gauss e Friedrich Karl von Savigny, con Alberto Conte e Mario G. Losano; 19 marzo, Justus von Liebig eAugust Boeckh,con Ermanno Barni e Gian Franco Gianotti. All’interno dei GIOVEDÌ SCIENZA: GENI SI NASCE? il 26 febbraio, ore 17.45, al Teatro Colosseo si parlerà di‘Neurobiologia dell’intelligenza tra genetica e stimoli socioculturali’. Gerhard Roth, direttore dell’Istituto di Ricerca sul Cervello di Brema, propone un’analisi della neurobiologia dell’intelligenza per comprendere l’interazione tra i fattori genetici e ambientali.

Un capitolo a parte è quello degli incontri sulla FILOSOFIA.

Alla Biblioteca civica Alberto Geisser docenti ed esperti introdurranno il pubblico al pensiero e agli scritti di alcune fra le più importanti voci della filosofia tedesca: il 21 gennaio Immanuel Kant con Massimo Mori; 18 febbraio Georg Wilhelm Friedrich Hegel con Gianluca Garelli; 18 marzo Karl Marx con Enrico Donaggio. Al Circolo dei lettori, dal 3 marzo, prenderà il via il ciclo di appuntamenti ‘Berlino negli occhi dei Filosofi’. Pietro Kobau, docente di Estetica all’Università di Torino, guiderà i partecipanti in un viaggio nella filosofia tedesca vista attraverso le idee e le teorie di dieci pensatori, messi a confronto in cinque lezioni che ripercorrono il modo in cui ognuno di loro ha visto e sentito il mondo: 3 marzo La Prussia e l’Accademia: Hegel e Schopenhauer; 10 marzo Filosofia e grande politica: Humboldt e Hardenberg; 17 marzo La “miseria tedesca”: Heine e Marx; 24 marzo La metropoli: Simmel e Benjamin; 31 marzoL’avanguardia: Luxemburg e Brecht – Ingresso a pagamento

Tra i tanti eventi dedicati alla LINGUA E LETTERATURA TEDESCA

anche un gruppo di lettura creato dall’attrice e germanista Eloisa Perone.

Si tratta di un percorso che va da Kafka al Barone di Münchhausen, dalle Affinità elettive di Goethe agli Anelli di Saturno di W. G. Sebald, classici e novità, per condividere passioni, domande e punti di vista. Gli incontri si terranno: il 20 gennaio alla Biblioteca civica centrale; il 10 febbraio al Circolo dei lettori; il 24 febbraio alla Biblioteca civica centrale; il 10 marzo 2015 al Circolo dei lettori; il 24 marzo 2015 alla Biblioteca civica centrale.

Dal 12 gennaio all’11 aprile il Goethe-Institut Turin avvierà un corso di conversazione, appositamente pensato in occasione di Torino Incontra Berlino, rivolto a chi ha già buone conoscenze di base della lingua tedesca ed è interessato ad esercitare e migliorare le proprie capacità espressive. Un viaggio ideale alla scoperta di Berlino, una città ricca di storia, in cui passato e presente si fondono, ma lo sguardo è rivolto al futuro. Il programma verrà sviluppato anche sulla base delle esigenze e delle richieste dei partecipanti.

Infine, all’interno del calendario di Biennale Democrazia, dal 25 al 29 marzo 2015, ci sarà uno speciale ciclo di incontri realizzato in collaborazione con Goethe-Institut Turin dedicato a Berlino e alla cultura tedesca: un prisma attraverso il quale rileggere la grande storia del Novecento, il ruolo della Germania nel processo di unificazione europea e nella formazione dell’identità occidentale.

‘Torinoincontra Berlino’ è un progetto della Città di Torino, Direzione Cultura, Educazione e Gioventù, realizzato da Fondazione per la Cultura Torino in collaborazione con l’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania in Italia, il Consolato Generale di Germania a Milano e Goethe-Institut Turin.

Si ringraziano: Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, Accademia delle Scienze di Torino, Associazione Mozart Italia Torino, Biblioteche civiche torinesi, Casa del Quartiere San Salvario, Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani, Circolo dei Lettori, Filarmonica Teatro Regio Torino, Fondazione OAT, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Giovedì Scienza, Goethe-Institut Turin, Lingotto Musica, Museo Nazionale del Cinema, Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra, dei Diritti e della Libertà, Palazzo Saluzzo Paesana, Palazzo Madama, TPE – Fondazione Teatro Piemonte Europa.

www.torinoincontraberlino.it

Annunci

Categorie: EVENTI VARI

Autore:assocfe

Very soon all the info ... thanks

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: